14/03/2017

Dimagrisci con i corsi “Balla & brucia”

È una disciplina dance in cui si impara a ballare, ci si diverte, si consumano tantissime calorie e ci si mantiene in forma, fra salsa e sirtaki, dancehall e flamenco, mambo e danza del ventre
balla&brucia

Qual è l’obiettivo comune di (quasi) tutte le donne? Perdere i chili di troppo, per avere una figura tonica e proporzionata, ma soprattutto snella. Ballando si può. Pensate che c’è una ex campionessa di fitness, ballerina e coreografa di origini venezuelane, che è dimagrita ben 25 chili dopo essere diventata mamma. Lei è Beba Silvera Ramos e il merito va al workout che ha ideato e che ci consiglia: si chiama (non a caso) Balla & brucia e, sull’onda dei suoi benefici evidenti, sta riscuotendo molto successo nelle palestre e nelle scuole di danza.

È una lezione in cui si imparano i passi-base di decine di stili di danza diversi e si può arrivare a bruciare fino a 900 calorie: tutte la potete provare, a qualsiasi età, perché è divertente, liberatoria ed efficace per modellare il corpo in modo armonioso

Nel mondo del fitness le lezioni dance sono, di solito, pre-coreografate, cioè propongono mini-sequenze di ballo già costruite a tavolino. In Balla & brucia, invece, l’insegnante ogni volta le crea e lascia libera la fantasia, seguendo i brani musicali e mescolando in un’ora i ritmi di ogni continente. Potete così passare dai caraibici al tango, dal rock-and-roll alla samba, dalle danze irlandesi alla pizzica, dal country all’afro, dall’hip-hop al charleston, in una girandola di movenze armoniose e accessibili a tutte. La peculiarità del lavoro è che diverte (lo amano sia le rappresentanti del gentil sesso che gli uomini), tonifica i muscoli, sviluppa resistenza e coordinazione ed è un allenamento che permette di esprimere emozioni, di interpretare, di liberarsi da tensioni e stress.

Twerk, un nuovo training

Sull’onda del recente successo del twerking, è nato anche Balla & brucia twerk, una lezione che insegna l’arte dei movimenti del bacino e dei glutei (oscillazioni, ondulazioni, circonduzioni, vibrazioni anche velocissime) con piglio giocoso e mai volgare. L’obiettivo è un allenamento fitness a tutto tondo: perché per “twerkare” non bisogna solo isolare i fianchi e scuoterli, ma si deve far lavorare tutto il corpo. Quando i glutei ondeggiano e oscillano (con un effetto push up molto efficace), significa che si è imparata una tecnica ben precisa per muovere le gambe, le ginocchia, i polpacci, il bacino. È insomma un training funzionale completo, che si svolge con esercizi sia in piedi che a terra (perché molte sequenze di twerking si eseguono in posizione inginocchiata e in quadrupedia).

Vinci Berlino con Essence