15/06/2017

Medicina estetica, i sì e i no prima della tintarella

Quali sono i trattamenti di medicina estetica che si possono fare e quelli sconsigliati prima di partire per le vacanze? Ecco i consigli degli esperti
Tintarella

Manca poco e sarà finalmente estate, quella vera dove si va in vacanza. C’è ancora tempo per qualche trattamento last minute per migliorare il proprio che va scelto però con particolare attenzione. Questi i consigli di Raffaele Rauso, chirurgo plastico, Presidente della FIME (Federazione Italiana Medici Estetici).

  1. Potenziare al massimo l’idratazione

    Una pelle in perfetto equilibrio resiste forte all’aggressione dei raggi e si abbronza meglio. I trattamenti consigliati in questa direzione? La bioristrutturazione dermica con PRP, il plasma ricco di piastrine, che stimola e attiva i fibroblasti favorendo la produzione di collagene che dà elasticità e compattezza alla pelle. Nuovo nel panorama dei trattamenti biorivitalizzanti, oggi è disponibile anche un nuovo tipo di acido ialuronico che non serve a riempire ma a idratare e dare turgore: una sola seduta è sufficiente per un risultato che dura fino a dieci mesi.

  2. “Bloccare” le rughe

    È naturale che la muscolatura di fronte e occhi si contragga al sole anche se si usano gli occhiali con lenti scure. Questo favorisce la comparsa delle rughe tra le sopracciglia, la fronte e accanto agli occhi. Per questo può essere utile prima del sole sottoporsi a qualche infiltrazione di botulino che blocca le contrazioni e impedisce la formazione delle rughe. Sempre con il botulino, e con una sola iniezione, si può fermare l’iperidrosi, la fastidiosa sudorazione abbondante che viene accentuata dal caldo.

  3. No a laser e peeling profondi

    Sono trattamenti assolutamente sconsigliati in estate perché l’eliminazione dello strato superficiale della pelle comporta che l’esposizione al sole diventi ancora più aggressiva con la possibilità che si formino macchie scure.

  4. Attenzione alla chirurgia estetica

    Pur non essendoci controindicazioni vere e proprie ci sono alcuni elementi da tenere in considerazione che possono sconsigliare gli interventi in prossimità delle vacanze. Innanzitutto la fase post operatoria diventa più delicata anche perché le cicatrici non devono essere esposte al sole. Per questo si sconsigliano interventi come liposcultura e addominoplastica ma anche blefaroplastica e lifting. Altri interventi come quello al seno si possono eseguire con tranquillità fino a un mese prima dell’intervento.